All’interno di Parigi sono presenti 20 unità e comunemente conosciuti dai parigini come arrondissement, possiamo definirli come dei distretti amministrativi autonomi, dove ognuno ha il suo comune con sindaco. Tutto è diverso rispetto all’Italia, visto che queste zone sono posizionate a spirale intorno a tutto il territorio parigino.

Ciascuna di queste unità è considerata come un quartiere con la sua storia e cultura, in questo articolo è stato possibile raggruppare quelli più caratteristici in assoluto. Non ha alcun senso raggiungere Parigi, senza visitare il Marais, un quartiere delizioso, caratterizzato dalla presenza di numerosi negozietti, residenze di lusso, piazze romantiche e un’ambiente rilassato.

Il nome in francese significa palude, visto che originariamente questi terreni erano molto acquitrinosi, la sua edificazione avvenne nel XII secolo e solo nel 500 la nobiltà iniziò a costruire i primi hotel di lusso. AI giorni nostri Marais è conosciuto in tutto il mondo per essere la sede della comunità gay, dove non mancano i locali più importanti dedicati a chi vuole conoscere nuove persone.

Percorrete le strade e scoprirete ristoranti tipici e venditori di falafel, vi consigliamo di visitare il Museo Carnavalet, situato nel cuore del quartiere e che vi porterà a conosce la storia di Parigi, con oggetti d’epoca e vecchi modellini. Un altro quartiere celebre è il Montparnasse, conosciuto in passato per essere il cuore pulsante della cultura parigina, anche se oggi è impossibile riconoscerlo.

Nel corso degli anni, le trasformazioni a livello urbano sono state troppo eccessive, eliminando dettagli caratteristici come una specie di monumento realizzata con gli scarti di lavorazione provenienti dalle cave di calcare, che fu soprannominato Monte Parnaso. Negli anni 20 arrivarono numerosi americani, che iniziarono a conoscere il senso della bella vita.

Con l’arrivo degli anni 70 il quartiere fu trasformato con la costruzione di una stazione ferroviaria e la torre omonima, oggi simbolo con i suoi 196 m di altezza e 56 piani dove è possibile ammirare un panorama splendido su Parigi. Non preoccupatevi non dovrete farli a piedi, sono stati installati degli ascensori velocissimi che in 38 secondi portano fino all’ultimo piano.

Grazie alla presenza di un tour audiovisivo e interattivo, potrete conoscere Parigi dall’alto, scoprendo le attrazioni da non perdere. Merita di esser visto anche Montmartre, il quartiere degli artisti apprezzato da numerosi pittori che si fanno attrarre dal fascino di questa zona di Parigi, da queste parti sono passati nomi illustri: Picasso, Renoir, Suzanne Valadon e suo figlio.

Ai giorni nostri è considerato comunque un quartiere di attrazioni turistiche di Parigi, pieno di ristoranti e negozi di souvenir molto originali. Presenti numerose fermate metro che vi permetteranno di raggiungere la Basilica del Sacrè Coeur, a piedi o in funicolare. Infine per visitare il quartiere più dedicato al commercio, dovrete raggiungere Opèra, dove sono presenti i grandi magazzini storici della capitale, un tempo era la zona abitata dagli operai che non potevano spendere molto per divertirsi.

A Boulevard des Capucines è presente il popolare tempio della canzone francese :L’Olympia. Molto caratteristici i passage, dove si possono ammirare negozietti di artigiani risalenti al XIX secolo.